DETTAGLI IDEA
CONDIVIDI QUESTA IDEA SU:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus

LIBERALIZZIAMO LE FARMACIE...

Una riforma da fare, secondo me, è quella del "sistema farmacie" in Italia. Non è possibile che ancora ci siano poche farmacie (a causa del numero chiuso imposto per legge), che rendono ai titolari milioni di euro, che passano da padre a figlio e a successivi nipoti, grazie alle Facoltà universitarie preposte, finalizzate principalmente a perpetuare una professione nell'ambito di dinastie familiari.

La libera concorrenza tra le farmacie stimolerebbero quest'ultime a modificare in positivo il loro ruolo, passando da semplici "spacci di medicinali" a fornitrici di svariati servizi , fino anche a proporsi come veri e propri ambulatori per analisi, diagnosi o piccole cure: tutto ciò finalizzato ad aumentare il numero dei clienti che ad esse si rivolgono.

La libera concorrenza fra le farmacie - senza quindi numero chiuso - avrebbe anche come effetto un contenimento, se non addirittura una diminuzione dei prezzi dei medicinali da banco e non: nessun malcapitato cliente oggi osa chiedere uno sconto alla pomatina da 15 euro o alle gocce oculari di "acqua di mare isotonica" da 9 euro. Con un numero ampio di farmacie che devono fare "budget", più o meno tutti i cittadini controllerebbero i prezzi praticati, per andare a comprare i medicinali necessari in quelle che propongono i prezzi migliori: un pò come succede oggi per la spesa nei "supermercati".

  • quello che dico io da tempo,concordo!